Ricerche di Vita

Per la tua crescita personale e spirituale

Ritiro Intensivo di Consapevolezza del Sé di 28 giorni

1- 28 Agosto 2021 - Cerrecchia (Siena)

Cari amici,

con ampio anticipo desidero presentarvi quella che per me è l’esperienza più bella e più profonda che conosca: il Ritiro Intensivo di Consapevolezza del Sé.

Vivo questo ritiro da oltre 17 anni e per quanto abbia nel tempo fatto tante altre esperienze, questa rimane per me la più ‘alta’, quella che mi porta dentro, mi mostra ciò che devo vedere, mi toglie dalle idee della mente, mi conduce alla verità di ciò che sono.

Difficile descriverlo a parole; vi invito a vedere questo breve video girato durante un ritiro e che in 5 minuti mostra splendidamente ciò che è questo ritiro: trovate il link alla fine di questo testo.

Ogni anno il ritiro è diverso perché è un’esperienza viva che si crea man mano che procediamo avanti con la meditazione. Quando si medita si libera energia creativa che conduce su strade nuove e inesplorate, trasforma, toglie maschere su maschere, e rende via via più veri e luminosi.

Il percorso che faremo dunque è imprevedibile; richiede coraggio e quello spirito di avventura che sono le qualità migliori dei ricercatori veri.

Quest’anno le novità sono molte:

  • La prima è che faremo 28 giorni, un mese intero. Già tre settimane come gli anni passati sono un’esperienza profondissima perché 21 giorni di meditazione sono davvero tanti. L’anno scorso alla fine del ritiro ci siamo resi conto che eravamo pronti per spingerci oltre; l’energia creativa risvegliata voleva proseguire ancora il suo percorso di meditazione e purificazione, e dunque quest’anno andremo avanti.
  • La terza e la quarta settimana diventano dunque la parte più profonda di questo lavoro interiore, dove si esploreranno parti di sé davvero molto profonde, legate all’energia vitale creativa e sessuale. L’energia sessuale in particolare sarà al centro della nostra meditazione, perché – se mi permettete un’affermazione forte – non esiste meditazione senza energia sessuale. Sarà dunque un lavoro su di sé molto forte, rivolto e adatto a ricercatori maturi e pronti a mettersi davvero in gioco su questo piano.
  • Le prime due settimane saranno invece aperte a tutti – anche a chi è alla prima esperienza -  pur essendo comunque una pratica di meditazione profonda. Inoltre saranno obbligatorie per chi vuole fare le ultime due, perchè non sarà possibile entrare nel ritiro a metà percorso.
  • Anche se mi viene difficile parlare di un ‘programma’ perché la meditazione è un fluire con ciò che c’è, sento che questo ritiro andrà ancora più nella direzione che ha preso l’anno scorso (e l’anno ancora prima), ossia verso una dimensione sciamanica, molto corporea e sensoriale (e davvero pochissimo mentale), sessuale ed energetica, dove è appunto il risveglio dell’energia vitale che guida tutto il processo. Sperimenteremo danze, tamburi, respirazioni energetiche e molto altro; lo faremo in parte in stanza di meditazione e in parte nella natura - nel cuore di un bosco molto particolare che è un luogo energetico potente e magico, e che risveglierà la nostra natura più vera e naturale. 
  • Altre persone qualificate mi affiancheranno e contribuiranno con la loro energia a nutrire questa esperienza. La novità più importante è pero che per la prima volta condurrò il ritiro insieme ad un’altra persona: Monica Fasoli, conduttrice anche lei di Intensivi di meditazione oltre che psicoterapeuta e sessuologa. Dal nostro esserci incontrati scaturisce l’impulso creativo di questo ritiro che sarà qualcosa di nuovo e inedito.
  • Zoom: faremo incontri online di presentazione aperti a tutti coloro che sono curiosi di conoscere il ritiro e di incontrarci. Successivamente proporremo anche incontri di preparazione per coloro che sono già iscritti, nei quali faremo delle meditazioni e cominceremo ad entrare nello spirito del ritiro. 

Il primo incontro di presentazione sarà Domenica 14 Marzo ore 18.00 – 19.30, Con Monica Fasoli e Giacomo Bo
 
Le novità sono dunque molte, e proprio per questo ho voluto avvisarvi con così ampio anticipo. Scegliere di partecipare ad un’esperienza del genere richiede una lunga preparazione interiore e di vita. Abbiamo davanti a noi molti mesi per prepararci, e mi auguro che arriverete pronti per questa straordinaria esperienza.

Giacomo Bo

Il video del ritiro, girato proprio durante un ritiro estivo

Il programma del ritiro.

Il video che hai appena visto raccoglie in poco più di 5 minuti quello che accade durante una giornata intera di ritiro.

Il fulcro su cui tutto ruota è la meditazione che viene svolta lungo tutta la giornata. L’attenzione si fissa su una domanda fondamentale: “Chi è consapevole?”, alla quale non c’è risposta logica e razionale, e dunque ci costringe a rimanere nell’ignoto, nel mistero, e a sprofondarci.  Ogni momento è vissuto con l’attenzione su chi è il soggetto che è consapevole, che sia una passeggiata, lavarsi il viso, mangiare o danzare. Essere consapevoli di se stessi mentre la vita accade è il primo fondamentale passo verso la verità di sé, quel Mistero che ci abita e che rimane invisibile alla mente e all’indagine razionale.

Il programma della giornata è suddiviso in diverse attività che lavorano a livello fisico, emotivo e mentale e che hanno lo scopo di renderci più consapevoli di noi come soggetto dell’esperienza.

  • La meditazione in diade è il cuore del ritiro, il momento più puro di meditazione: due persone di fronte, occhi negli occhi, meditano sulla domanda "Chi è consapevole?” e si comunicano ciò che emerge da questa contemplazione. L'essere di fronte, il guardarsi negli occhi, il meditare assieme su questa domanda risvegliano in modo molto diretto e potente la consapevolezza di ciò che siamo realmente.
  •  Il Taj-chi e gli esercizi di movimento svolti la mattina presto nel momento in cui sorge il sole sono un momento molto bello dove si compiono gesti semplici, lenti e consapevoli, atti a risvegliare l'energia vitale e a cogliere ‘chi’ è in movimento.
  • Le passeggiate meditative nella natura, una alla mattina e una alla sera al tramonto, sono un altro momento meraviglioso del ritiro; ognuno passeggia con se stesso su un sentiero che si inoltra nel bosco, e alla fine si giunge ad un grande campo dove ci sediamo e meditiamo assieme in silenzio. Questa immersione nella natura è un profondo contatto con se stessi, perché è difficile rimanere ‘mentali’ di fronte ad un tale fluire di colori, profumi, immagini e sensazioni.
  • La danza del vuoto è un altro momento molto bello, dove ognuno lascia libero il corpo di esprimere movimenti seguendo musiche che vengono scelte proprio per stimolare parti profonde. A volte sono meditative e intime, altre volte scatenate e tribali, altre ancora lente e toccanti emotivamente. Mentre il corpo danza, la mente si spegne e tutto diventa puro movimento, pura energia libera che muove il corpo e lo libera da tanti blocchi e condizionamenti.
  • Gli esercizi percettivi hanno lo scopo di riportarci nei sensi e di cogliere ciò che siamo attraverso di essi. Viviamo ormai nella mente e nella separazione concettuale, e abbiamo perso il contatto con i sensi e con le sensazioni che si generano. Riscoprire il mondo attraverso i sensi è qualcosa che ci riporta a quando eravamo bambini, ad una purezza meravigliosa e ad una consapevolezza di noi stessi molto più immediata e diretta.
  • Il Respiro Energetico è una pratica molto forte perché purifica in profondità il corpo e le emozioni, e libera energia. Conduce indietro nel tempo e in profondità dentro se stessi, e porta a galla sensazioni perdute e inconsce, ricordi di un tempo lontano spesso difficile o traumatico. Da questa purificazione si libera un’energia vitale cruda e selvaggia, non condizionata, sessuale e istintiva. E’ un’esperienza questa che spesso incute timore perché non siamo abituati a confrontarci con noi stessi in questo modo, ma è proprio qui che risiedono i blocchi e i traumi più profondi, ed anche la nostra libertà. Lo facciamo prima in stanza di meditazione, e poi più avanti nel ritiro nel bosco, coricati sulla nuda terra per ritornare a sentirci ‘vivi’ e a risvegliare quell’energia che è la nostra natura profonda e incondizionata.
  • La meditazione nel bosco: qui andiamo in un bosco di alberi antichi, e ognuno 'sceglie' il proprio albero o si sente chiamato da esso. Si siede lì e si lascia andare in una profonda meditazione che davvero avviene con l'albero e la sua energia. E' davvero un'esperienza straordinaria perché è come se gli alberi ci ‘parlassero’…
  • Il Fuoco: la giornata si conclude intorno ad un fuoco, dove ognuno è libero di essere se stesso. Condividiamo la giornata, leggiamo parole di ispirazione, raccontiamo nostre esperienze, cantiamo o anche solo rimaniamo in silenzio ad osservare le fiamme. Il fuoco diventa un rito di profondo contatto con se stessi, con la propria energia vitale che è fuoco. 

Ognuna di queste esperienze è un percorso di consapevolezza e di purificazione profonda. Tutte insieme creano qualcosa di unico che vissuto per settimane trasforma profondamente tutta la struttura umana. Cadono tante parti mentali, tante identificazioni con maschere e identità finte, si liberano emozioni, si sciolgono nodi e blocchi energetici, si riprende contatto con la propria energia vitale e sessuale, si risveglia la consapevolezza di ciò che siamo veramente.

Informazioni utili per partecipare

Premessa: questo non è un corso introduttivo di meditazione, né un corso di benessere o una 'vacanza spirituale', bensì un intenso processo di trasformazione interiore, rivolto a chi si sente pronto, chi da tempo sente il richiamo verso se stesso, chi è già su un percorso di crescita umana e spirituale.

Il ritiro è composto da 4 settimane in cui si va via via sempre più in profondità con il lavoro interiore. Per chi è alla prima esperienza di questo genere consigliamo la prima settimana (ed eventualmente la seconda). Le ultime due settimane sono solo per chi è maturo per un lavoro del genere e comunque è obbligatorio fare anche le prime due.

Durante tutto il ritiro seguiamo uno stile di vita che ha come fulcro la meditazione e che richiede il rispetto di alcune regole fondamentali:

- il silenzio per quasi tutto il tempo - sono previsti momenti di condivisione verbale di quanto si sta vivendo con la meditazione ma non c'è chiacchiera libera.
- nessun contatto con il mondo esterno - i cellulari rimangono spenti
- nessun consumo di sostanze che alterano il sistema nervoso: fumo, caffè e droghe varie
- il cibo viene preparato da persone competenti ed è vegetariano/biologico - non è possibile consumare altro cibo nè portarne con sé.
- non ci sono spazi e tempi liberi per se stessi. Si segue un programma giornaliero che inizia all'alba e termina la notte.
- siamo in autogestione. Ognuno è responsabile per se stesso e si partecipa tutti ad attività comuni come le pulizie, la preparazione dei pasti e così via. Viviamo uno stile di vita comunitario basato sulla collaborazione e il sostegno reciproco, la gentilezza e il rispetto dell'altro.
- la meditazione non è una terapia medica o psicologica, ma uno strumento di autoindagine dove ognuno si assume la responsabilità di se stesso e si esprime tenendo conto della libertà altrui. Questo ritiro non è indicato per persone con gravi disagi o disturbi fisici o mentali.
- Rispetteremo il più possibile la normativa di emergenza Coronavirus; ogni aspetto verrà deciso insieme e ognuno si assumerà la propria responsabilità. Ci aggiorneremo strada facendo perché da qui ad Agosto cambieranno molte delle condizioni e dei limiti attuali.
 
Il Ritiro inizia domenica 1 Agosto e termina sabato 28 Agosto. Si tratta di un corso residenziale ‘full immersion’ che comprende vitto e alloggio. L’arrivo per tutti in sede è previsto per sabato 31 Luglio dalle ore 18.00 alle 20.00. Informazioni più dettagliate verranno date al momento dell’iscrizione. 

E' possibile partecipare in diverse modalità, a seconda della propria esperienza.

- I primi 7 giorni (1- 7 Agosto) per coloro che per la prima volta si avvicinano a questa pratica di meditazione – è richiesto un colloquio telefonico prima dell’iscrizione per valutare insieme la vostra idoneità per questa esperienza. Alla fine della prima settimana sarà possibile valutare insieme ai conduttori il proseguimento nella seconda.
 - La prima e la seconda settimana (1- 14 Agosto) per coloro che già praticano qualche forma di meditazione intensiva.
 - Tutto il ritiro di 28 giorni per chi desidera cogliere in pieno la profondità di questa esperienza e dare il via ad un grande cambiamento interiore e di vita. Questa possibilità è disponibile solo per chi ha già fatto in passato Intensivi di Consapevolezza del Sé o ritiri analoghi. Diversamente dagli anni passati, non sarà possibile partecipare solo a queste due settimane ma occorre partecipare dall’inizio o al limite dalla seconda settimana (ossia fare tre settimane complessive)

Prepararsi per questo ritiro.

Partecipare ad un’esperienza del genere non è qualcosa che si decide all’ultimo minuto.

Occorre prima di tutto prepararsi interiormente. Viviamo vite a velocità assurde, pieni di impegni e di stress, mentre al ritiro si è in silenzio, in ascolto di se stessi, e ci si muove lentamente per dare il tempo alla consapevolezza di esserci in ogni gesto. Si tratta dunque di un cambiamento radicale che non può avvenire all’ultimo momento ma va preparato.

Per questa ragione consiglio una serie di esperienze preparatorie:

  • Una domenica al mese conduciamo un ritiro online dove pratichiamo questa meditazione basata sulla domanda “Chi è consapevole?”. Cominciamo alle 7.00 e terminiamo alle 22.00 con un programma che prevede diadi, passeggiate, danze e pasti, il tutto vissuto in meditazione. Questa esperienza è un’ottima preparazione al ritiro estivo. Vi teniamo informati sulle prossime date via mail.
  • Consigliamo caldamente un libro scritto da Giacomo Bo sull’Intensivo di Illuminazione, la pratica che ci ha accompagnato per più di 25 anni e che è all’origine del ritiro attuale. Il libro si intitola “Chi sono Io? L’eterna ricerca della Verità”. Costa 16.50 e lo ordinate direttamente via mail.
  • Allo stesso modo, esistono numerosi autori che parlano di non-dualità, Illuminazione ecc. ecc. Alcuni sono dei ‘classici’, come Ramana Maharsi o Nisargadatta Maharaj, altri sono viventi. Trovate i loro libri ed anche molti video su Youtube. Tra i tantissimi nomi, consigliamo perchè seguiamo personalmente da anni: Rupert Spira, Adhyashanti, Jeff Foster, Mooji, ma è vero che ognuno trova il ‘suo’ per cui lasciatevi condurre dal vostro istinto. 
Esiste poi anche una preparazione di vita per questo ritiro, nel senso che staremo via più settimane, per cui occorre organizzarsi in modo da non essere disturbati durante il ritiro da questioni familiari, lavorative, di salute, economiche ecc. ecc. Avvisate per tempo chi vi sta vicino che in quel periodo non ci sarete per nessun motivo, salvo vere e reali emergenze. Stessa cosa per il lavoro e tutto il resto della vostra vita.

Un consiglio sopra tutti gli altri: se sentite di voler partecipare, sceglietelo e iscrivetevi. Non aspettate perché date solo spazio alla mente per le sue storie, le sue paure e le sue resistenze. Fate una scelta coraggiosa e iscrivetevi, e da quel momento inizierà il vostro ritiro.

Sono a disposizione solo 24 posti. Consigliamo di iscriversi quanto prima perchè i posti andranno velocemente esauriti.

Dove siamo - la sede del ritiro

La sede è l’antico borgo di Cerrecchia nei pressi del comune di Casole d’Elsa (Siena), che sorge sulle antiche rovine etrusche ed è circondato da 350 ettari di meravigliosi castani. 

Si percepisce un'energia particolare, perchè qui la natura è davvero padrona del luogo.

I boschi fanno sentire la loro presenza viva, i cinghiali ci guardano mentre passeggiamo assorti in meditazione e alla sera davanti al fuoco mentre condividiamo la giornata si ha la sensazione viva di essere dentro il ventre di Madre Natura.
E' un'atmosfera davvero magica, che colpisce sin dall'arrivo e ci accompagna giorno dopo giorno.

Questo incantevole borgo sarà interamente per noi. Avremo modo di meditare in profondità avvolti dal suo silenzio e dalla sua antica bellezza.
intensivo di illuminazione
intensivo di illuminazione
intensivo di illuminazione
intensivo di illuminazione

Ti aspettiamo al prossimo Ritiro Intensivo di Consapevolezza del Sé!

   

DAL 1 al 28 AGOSTO 2021- CERRECCHIA - CASOLE D'ELSA (SIENA)

  

Richiesta informazioni o iscrizioni

Se desideri partecipare al prossimo Ritiro Intensivo di Consapevolezza del Sé o avere maggiori informazioni, compila il modulo sottostante. Ti risponderemo mandandoti senza impegno le informazioni tecniche (costi, sede, orari, programma ecc.) e se poi vorrai partecipare ci risentiremo molto volentieri.

Da alcuni cellulari e sistemi operativi il presente modulo non funziona. Scrivete allora direttamente a ricerchedivita@hotmail.com e vi risponderemo quanto prima.

Nome*
Cognome*
Telefono
Email*
Messaggio*
Se desideri iscriverti anche alla nostra newsletter indicaci le tue preferenze:
Prossimi Intensivi
Intensivo di Consapevolezza del Sé

Ritiro avanzato di meditazione

Prossimo ritiro: 4-9 Gennaio 2022 - Bosio (AL)

E' attualmente la nostra punta di diamante nella ricerca spirituale e nella meditazione.
Cinque giorni dedicati interamente alla ricerca di ... continua

Intensivo di Consapevolezza del Sé
Intensivo di Consapevolezza del Sé

Ritiro avanzato di meditazione

Prossimo ritiro: 4-9 Gennaio 2022 - Bosio (AL)

E' attualmente la nostra punta di diamante nella ricerca spirituale e nella meditazione.
Cinque giorni dedicati interamente alla ricerca di ...

Continua »

Newsletter

Per ricevere periodicamente aggiornamenti, notizie ed offerte, iscriviti alla nostra newsletter!
(e riceverai in omaggio due nostri ebook sulla meditazione e le Costellazioni Familiari)

ISCRIVITI
Mosajco